Fobia Sociale

Un’autostrada verso la solitudine

Tutto comincia in modo semplice:

basta una figuraccia, un momento di imbarazzo di fronte a un pubblico, oppure un imprevisto che ci sorprende quando abbiamo la guardia abbassata.

Poi, all’improvviso, arriva la paura.
Il timore di dire oppure fare la cosa sbagliata davanti a qualcuno.
Ogni volta che ci troviamo fra le persone sembra di avere i riflettori puntati addosso.
Loro sono lì, pronti a giudicare ogni errore, ogni gesto.

Ci sentiamo vulnerabili, incapaci di pronunciare una singola parola. Le mani tremano e non
riusciamo a pensare a nient’altro che:

“Voglio andare via da questo posto”

La fobia sociale è un enorme ostacolo alle piccole libertà di ogni giorno.

È tutto quello che ci impedisce di essere noi stessi in modo autentico, ma non solo.

Si tratta di una minaccia invisibile che spesso viene confusa per timidezza o vergogna, ma che in realtà nasconde un segreto:

che siamo vittime di noi stessi.

Il vero rischio della fobia sociale non è il dolore, ma qualcosa di ben peggiore:

La solitudine.

Se ci lasciamo sottomettere da questo disturbo corriamo il rischio di rinunciare a tutte quelle cose che rendono una vita degna di essere vissuta:

una cena fra amici, un matrimonio, ma anche cose semplici, come andare a un supermercato o pagare le bollette in posta.

La terapia offre un metodo per sconfiggere questo nemico e riprendere fra le mani le redini della propria vita.